DE
EN
IT
IT
Choose language ...

I passi dolomitici più belli raggiungibili in bici da corsa direttamente dall’albergo

Si sa che i passi sono una gran brutta bestia. Ma una volta cominciato a conquistarli, smettere è praticamente impossibile. E così sono sempre di più i ciclisti che, prima o poi, diventano collezionisti di passi. Cosa ci sia di bello a torturarsi per ore prima di arrivare al passo, per poi continuare a pedalare anche oltre, pur essendo ormai a pezzi e senza fiato, è una cosa che è davvero troppo difficile da spiegare. Chi ama questo genere di “torture”, in ogni caso, troverà da noi tutto l’occorrente: salite sfiancanti, tornanti continui, tantissimi passi e discese veloci. Anzi, quelli intorno all’Hotel Maria sono indubbiamente i passi dolomitici

più belli in assoluto. Sella Ronda e ritorno? Nessun problema, partendo dall’Hotel Maria! Anche il Passo Manghen è ottimo: impegnativo almeno quanto una salita al Passo dello Stelvio ma molto meno trafficato. E, ancora, Passo Fedaia, Giau o Valles, per citare solo qualcuno dei nomi più noti. Christoph Kofler, titolare del Maria, conosce praticamente ogni singolo tornante e sarà lieto di dispensare consigli per affrontare ogni passo preparati al meglio. Una cosa non riuscirete sicuramente a farla: collezionare tutti i passi in una sola vacanza. A meno che non decidiate di stare con noi un mese di fila. 

Biketouren in den DolomitenBiketouren in den DolomitenBiketouren in den DolomitenBiketouren in den Dolomiten
Bild
01
/
07
Passi da favola nei dintorni dell’hotel
Chiaro, quello dello Stelvio è un “must”, uno di quelli da fare almeno una volta nella vita. Ma dalle nostre parti ci sono tanti passi altrettanto indimenticabili e, soprattutto, accessibili partendo direttamente dall’Hotel Maria. Prima, però, fatevi una bella colazione. Perché l’energia vi servirà davvero!
  • Passo di Lavazè (970 m di dislivello da Ponte Nova)
  • Passo di Costalunga (910 m di dislivello da Ponte Nova)
  • Passo di Pampeago (1150 m di dislivello da Ponte Nova)
  • Passo Nigra (1390 m di dislivello da Prato all’Isarco)
  • Passo Manghen (1650 m di dislivello da Telve)
  • Passo di San Pellegrino (752 m di dislivello da Moena)
  • Passo Fedaia (1070 m di dislivello da Caprile)

La nostra cartina